E’ quasi Natale!!Di tutte le feste che ci sono forse questa è la più bella e la più…..Magica!!!!!
Natale,però,per essere proprio un BEL Natale bisognerebbe che fosse con la neve…Tantissima neve bianca su cui giocare spensierati…..Che bello!!
Natale ha un’atmosfera magica….Un’atmosfera che ti fa sentire bene…Ti sembra di volare….
Io da Natale mi aspetto tanto amore,tanta serenità e anche la pace nel mondo.
Ammiro molto le persone,come i dottori,che,il giorno di Natale,invece di stare con la famiglia stanno al pronto soccorso o a lavoro;mi piacciono anche molto le persone che vanno a fare volontariato….Meno male che ci sono queste brave persone!!!Io,questo Natale,non vorrei ricevere molto,ma dare tanto. Ad esempio dare un aiuto ai bambini bisognosi. Il Natale,però,non è solo una festa di allegria,ma anche un’importantissima nascita:quella di Gesù. E’ nato il Salvatore,il Salvatore del mondo!!!
Se volete qualche informazione sul Natale ecco i vari campi che vi potrebbero interessare:
….. Oppure delle decorazioni natalizie che potete trovare in fondo alla pagina!!

LE TRADIZIONI:

Il Natale è una festa accompagnata da diverse tradizioni, sociali e religiose, spesso variabili da paese a paese.

Tra i costumi, le pratiche e i simboli familiari del Natale è possibile ricordare il presepe, l’albero natalizio, la figura di Babbo Natale, ilcalendario dell’Avvento, lo scambio di auguri e di doni.

In particolare il presepe, derivato da rappresentazioni medievali che la tradizione fa risalire a san Francesco d’Assisi, è una ricostruzione figurativa della natività di Gesù ed è una tradizione particolarmente radicata in Italia.

Altra decorazione su un albero di natale.

L’albero di Natale è invece un abete (o altra conifera sempreverde) addobbato con piccoli oggetti colorati, luci, festoni, dolciumi, piccoli regali impacchettati e altro. Le origini vengono in genere fatte risalire al mondo tedesco nel XVI secolo, sulla base di preesistenti tradizioni cristiane e pagane. Verso il secolo XI, nell’Europa dei Nord, sì diffuse l’uso di allestire rappresentazioni (sacre rappresentazioni o misteri) che riproponevano episodi tratti dalla Bibbia. Nel periodo d’Avvento, una rappresentazione molto richiesta era legata al brano della Genesi sulla creazione. Per simboleggiare l’albero «della conoscenza del bene e del male» del giardino dell’Eden si ricorreva, data la regione (Nord Europa) e la stagione, ad un abete sul quale si appendevano dei frutti.

Da quell’antica tradizione si giunse via via all’albero di Natale dei giorni nostri, di cui si ha una prima documentazione certa risalente al 1512 in Alsazia. L’abete di Natale assunse gradatamente anche un significato nuovo: venne a simboleggiare la figura di Gesù, il Salvatore che ha sconfitto le tenebre dei peccato: per questo motivo si è cominciato ad adornarlo di luci.

Babbo Natale, presente in molte culture, è un vecchio con la barba bianca che distribuisce i doni ai bambini, di solito la sera della vigilia di Natale. Deriva dalla figura storica di san Nicola di Bari, ma nella sua forma moderna si è diffuso a partire dal XIX secolo negli Stati Uniti.

INFORMAZIONI:

Il Natale è la festività cristiana che celebra la nascita di Gesù (“Natività“). Cade il 25 dicembre (il 7 gennaio nelle Chiese ortodosse slave e copte che adottano il calendario giuliano).

Il termine deriva dal latino natalis, che significa “relativo alla nascita”.

Secondo il calendario liturgico è una solennità al di sopra dell’Ascensione e alla Pentecoste, ma inferiore alla Pasqua, la festività cristiana più importante. È comunque la festa più popolarmente sentita tra i cristiani e negli ultimi anni ha assunto anche un significato laico, legato allo scambio di regali, alla famiglia e a figure del folclore come Babbo Natale.

Sono strettamente legate alla festività la tradizione del presepe, di origine medioevale, e l’addobbo dell’albero di Natale, diffusasi successivamente a partire dal Nord Europa.

Il termine italiano “Natale” deriva dal latino cristiano Natāle(m), per ellissi di diem natālem Chiristi (“giorno di ‘natale’ di Cristo”) a sua volta da latino natālis derivato da nātus (“nato”), quindi dal participio passato nāsci (“nascere”), risalente a *gnasi incoativo della radice verbale indoeuropea *gen-/*gnē (“generare”, da cui anche il latino genĕre e gignĕre).

Indice

[nascondi]

Il Natale nella tradizione cristiana [modifica]

Adorazione del Bambino (1439-43), Beato Angelico.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi la voce Tempo di Natale.

Nella tradizione cristiana, il Natale celebra la nascita di Gesù a Betlemme da Maria. Il racconto ci è pervenuto attraverso i vangeli secondo Luca e Matteo, che narrano l’annuncio dell’angelo Gabriele, la deposizione nella mangiatoia, l’adorazione dei pastori, la visita deimagi. Alcuni aspetti devozionali (la grotta, il bue e l’asino, i nomi dei magi) risalgono invece a tradizioni successive e a racconti presenti in vangeli apocrifi.

Il significato cristiano della festa risiede nella celebrazione della presenza di Dio. Con la nascita di Gesù, Dio per i cristiani non è più infatti un Dio distante, che si può solo intuire da lontano, ma è un Dio che si rivela ed entra nel mondo per rimanervi fino alla fine dei tempi[1].

Per quanto riguarda la liturgia, nella Chiesa latina il giorno di Natale è caratterizzato da quattro messe: la vespertina della vigiliaad noctem (cioè la messa della notte), in aurorain die (nel giorno).

Come tutte le solennità, il Natale ha una durata maggiore rispetto agli altri giorni del calendario liturgico e inizia infatti con i vespri della vigilia: il tempo liturgico del Natale si conta infatti a partire dai primi vespri del 24 dicembre, per terminare con la domenica del Battesimo di Gesù, mentre il periodo precedente al Natale comprende le quattro domeniche di Avvento e dura da un massimo di 4 settimane (se il Natale cade di domenica) ad un minimo di 3 settimane più un giorno (se Natale cade di lunedì).

Il Natale al di fuori del cristianesimo

Nel corso dell’ultimo secolo, con il progressivo secolarizzarsi dell’Occidente, e in particolar modo dell’Europa Settentrionale, il Natale ha continuato a rappresentare un giorno di festa anche per i non cristiani, assumendo significati diversi da quello religioso. In questo ambito, il Natale è generalmente vissuto come festa legata alla famiglia, alla solidarietà, allo scambio di regali e a Babbo Natale.

Al tempo stesso la festa del Natale, con connotazioni di tipo secolare-culturale, ha conosciuto una crescente diffusione in molte aree del mondo, estendendosi anche in Paesi dove i cristiani sono piccole minoranze. Tale è ad esempio il caso di IndiaPakistanCina e Taiwan,Giappone e Malesia.

Al di fuori del suo significato religioso, il Natale ha inoltre assunto nell’ultimo secolo una significativa rilevanza in termini commerciali ed economici, legata all’abitudine dello scambio di doni. A titolo di esempio, negli Stati Uniti è stato stimato che circa un quarto di tutta la spesa personale venga effettuata nel periodo natalizio[2].

Come vi avevo promesso….Ecco delle decorazioni per Natale!!

Come sappiamo(e come abbiamo letto sopra)il Natale ha molte tradizioni e io ho voluto fare delle decorazioni per ogni tradizione:

Per l’albero di Natale avevo pensato di fare delle “ALBERCHRISTPALLINE”(nome ovviamente inventato da me!!…)
Questo nome mi è venuto in mente perchè: “ALBER” deriva dall’Italiano “ALBERO”,che sta a significare “ALBERO DI NATALE”. Invece “CHRIST” deriva dall’Inglese “CRISTH”(Cristo) o “CRISTHMAS”(Natale),invece “PALLINE” deriva dall’Italiano e vuol dire proprio palline. Tutti questi nomi,messi insieme,significano(per me!):
PALLINE DI NATALE A FORMA DI ALBERO DI NATALE.
Ho pensato,quindi,a delle piccole palline a forma di albero di Natale di feltro verde mischiato con altri colori,decorato e poi attaccato sull’albero….Ecco l’effetto!!: Vi piace???

Ho pensato,poi,a dei “BABBONATAPENDICART”(sempre inventato da me!!!….).
BABBONATAL deriva dall’Italiano BABBO NATALE,PENDI dall’Italiano APPENDERE, invece CART dervia dall’Italiano CARTA. Quindi,messi insieme,significano:“BABBO NATALE DI CARTA DA APPENDERE”. Si tratta di piccoli Babbo Natali di carta da appendere in casa….Ma non solo!!!Infatti se ci aggiungete un piccolo microcip che suona una canzone di Natale ogni volta che vorrete potete accendere questa musichetta e in Babbo Natale si muoverà…..Ecco come dovete fare:
DISEGNATE UN BABBO NATALE DI CARTA,LO RITAGLIATE,LO DECORATE E….ORA ARRIVA IL BELLO!!DIETRO AL BABBO NATALE BISOGNA INCOLLARCI UN MICROCHIP CHE CANTA UNA CANZONE DI NATALE. DOPO PRENDETE UNA COSA CHE VIBRA (COME UN CELLULARE)CHE ABBIA IL SISTEMA WIRELESS,ED ATTACCATELO AL BABBO NATALE DI CARTA,MA SEMPRE VICINO AL MICROCHIP,IN MODO CHE IL SUONO,GRAZIE AL SISTEMA WIRELESS,FACCIA VIBRARE IL CELLULARE(O UN’ALTRA COSA CHE VIBRA) COSI’ IL VOSTRO BABBO NATALE….SI MUOVERA’!!!!
Ecco l’effetto…!!:

Vi piace??Ciao a tutti e……BUON NATALE!!

»

  1. E brava la mia Megghy……mi raccomando non perdere mai l’entuasiasmo…per tutte le cose che farai!!!
    Ti voglio un mondo di bene. Mammina

Cosa ne pensi?Lascia un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...